La progettazione Bim: i vantaggi principali

Sarà presto a disposizione una libreria dei prodotti Profilpas

Alla maggior parte delle persone la sigla BIM non dirà molto, ma per i professionisti nel campo dell’edilizia, dell’architettura e del design rappresenta un vero standard, oltre che un prezioso alleato nel lavoro di tutti i giorni. Acronimo di Building Information Modeling (in italiano Modellizzazione delle Informazioni di Costruzione), il BIM è un metodo per ottimizzare, realizzare e gestire al meglio le costruzioni sfruttando le potenzialità dei software.

Non si tratta, però, di un programma informatico ma, a livello più alto, di una rappresentazione digitale, nei minimi dettagli, delle caratteristiche fisiche e funzionali dell’opera che si andrà a ideare. Come è facile immaginare la progettazione BIM offre molti vantaggi: è infatti un approccio particolarmente efficace, che si è diffuso velocemente in tutto il mondo.

I vantaggi del Building Information Modeling

La progettazione BIM porta con sé numerosi vantaggi. Prima di tutto, la possibilità di integrare tra loro, nello stesso oggetto, informazioni grafiche e caratteristiche prettamente tecniche: nel caso di finestre e solai, ad esempio, si possono registrare parametri come la trasmittanza termica e l’isolamento acustico.

I modelli BIM consentono inoltre di realizzare simulazioni complesse, con differenti livelli di dettaglio, e calcoli particolarmente avanzati in relazione ad aspetti differenti dell’edificio, come ad esempio la determinazione del coefficiente di luce naturale o del fabbisogno energetico. La maggior parte dei software impiegati, poi, permette di creare modelli in 3D senza dover utilizzare altri programmi o senza rivolgersi a figure professionali nel campo del rendering.

Si tratta inoltre di un metodo di progettazione fortemente collaborativo, in cui partecipano e contribuiscono più specialisti. Nel processo di costruzione sono infatti coinvolti impiantisti, ingegneri, architetti, montatori, collaudatori, ecc. Il BIM è in grado di racchiudere in un modello le informazioni afferenti ai differenti professionisti, facilitando la comunicazione tra le maestranze ed evitando di perdere dati preziosi. Ciò si traduce in maggiore efficienza e produttività e in una riduzione degli errori e delle duplicazioni.

La condivisione delle informazioni permette poi di ottimizzare i costi e di controllare meglio i processi relativi alla selezione delle offerte, alla gestione degli approvvigionamenti e alla cantierizzazione dell’opera stessa.

Non solo: la rappresentazione realistica della costruzione, anche dal punto di vista tecnico, permette di prevedere quale sarà il ciclo di vita dell’edificio, andando a identificare in questo modo le operazioni di manutenzione più adatte in futuro. Un’informazione utile soprattutto per la committenza.

Progettazione BIM: in campo anche Profilpas

Sempre per quanto riguarda la progettazione BIM, i vantaggi non sono ancora finiti. Uno dei punti di forza di questo metodo è la possibilità di simulare l’efficacia e la funzionalità di migliaia di oggetti. I professionisti in genere fanno riferimento a collezioni di tali oggetti digitalizzati, chiamate librerie, spesso fornite e promosse dalle aziende produttrici. Questi elementi sono realizzati con diversi gradi di complessità e sono frutto di importanti competenze sia tecniche che informatiche.

Anche noi di Profilpas ci stiamo muovendo in questa direzione. È infatti in corso un’importante operazione di digitalizzazione di una parte del nostro catalogo che sarà disponibile proprio in una libreria BIM: i nostri prodotti potranno così trovare facilmente posto nella fase di progettazione degli edifici e gli specialisti potranno sperimentare, in digitale ancora prima che sul campo, tutta la qualità e la funzionalità della nostra offerta. L’innovazione, ancora una volta, è la strada che apre al futuro.

Contattaci per ricevere ulteriori informazioni!