Come posare le piastrelle? Le modalità e gli strumenti da adottare

Le soluzioni per un risultato impeccabile

Grazie alla continua innovazione nel campo del design, le piastrelle in ceramica sono oggi un elemento d’arredo per abitazioni eleganti e moderne. Il merito, oltre all’ampia gamma di texture e di stili a disposizione, è dovuto alla leggerezza, alla resistenza all’usura e alla facilità di pulizia di questi elementi.

Sono molti coloro che decidono di installarle all’interno della propria casa, ricorrendo ai professionisti del settore oppure, se si è particolarmente versati in questi lavori, al fai da te. Dunque, come posare le piastrelle in maniera corretta?

Come posare le piastrelle

Per prima cosa, occorre sottolineare la fase di progettazione: è importante analizzare la superficie in cui si andrà ad intervenire, andando anche a calcolare il numero di elementi necessari. Non basta infatti acquistare prodotti di alta qualità: bisogna procurarsi la giusta quantità di piastrelle. Il consiglio è di compararne un 10-15% in più, per effettuare sostituzioni in caso di rotture.

Dal punto di vista operativo, si consiglia di creare un angolo ad hoc in cui conservare tutti i materiali da sfruttare per la posa, dalle piastrelle stesse ai collanti, dai sigillanti agli attrezzi di lavoro.

Si prepara poi la superficie, rimuovendo i difetti con uno scalpello, eliminando la polvere e sgrassando. Se le piastrelle vanno poste su un pavimento già esistente, bisogna assicurarsi che questo sia asciutto e pulito.

Per il corretto allineamento degli elementi, evitando brutte sorprese in corso d’opera, occorre tracciare delle linee guida per l’applicazione. Fondamentale partire da alcuni punti di riferimento strategici, abbozzando ad esempio una linea perpendicolare dalla porta d’ingresso della stanza fino alla parete opposta.

Come posare le piastrelle

Per assicurarsi che il disegno preparatorio sia adatto, si può procedere con una posa di prova, senza ovviamente incollare gli elementi: in questo modo si può aggiustare il progetto con facilità e rapidità.

Infine, si entra nella fase “clou”: si applica la colla con cazzuola e spatola dentata e si posano le piastrelle come previsto, avendo l’accortezza di utilizzare i distanziatori livellanti, che permettono di ottenere una superficie planare.

Fondamentale rispettare l’ordine corretto: si deve infatti partire dalle piastrelle intere. Strumenti utili in questa fase sono i batti-piastrelle, per un allineamento corretto, e un taglia-piastrelle per gli angoli.

→ Scopri i nostri livellanti per una posa a regola d’arte!

Si sigillano poi le fughe con lo stucco, con l’aiuto di una spatola gommata: il consiglio è di sceglierlo di un colore che ben si abbini con le tonalità delle piastrelle. Infine, si rifinisce il tutto pulendo la superficie.

Il sistema per la posa Protiler firmato da Profilpas

Abbiamo dunque visto come posare le piastrelle nel modo più adeguato. Ma per un’applicazione a regola d’arte occorre adottare il sistema per la posa a livello di piastrelle in ceramica e pietra Protiler, ideato da noi di Profilpas.

Questa soluzione impedisce infatti il movimento verticale tra i diversi elementi durante l’applicazione.

Protiler

Protiler

Protiler è un prodotto estremamente versatile, perché permette sia di distanziare correttamente gli elementi che di livellarli. È la soluzione perfetta per spessori dai 3 ai 20 mm e fughe da 0,5 a 3 mm, assicurando un risultato impeccabile.

-> Contattaci per ricevere altre informazioni su Protiler!