Piastrelle del bagno che si staccano: cosa fare?

Piastrelle del bagno che si staccano: quali sono le cause?

Pavimenti che si sollevano o piastrelle del bagno che si staccano costituiscono un fenomeno molto spiacevole che in particolare si manifesta all’interno di abitazioni di non recente costruzione (ma non solo!).

Numerose sono le cause che possono portare al problema delle piastrelle del bagno gonfie: nella maggior parte dei casi i motivi di sollevamento e distacco sono da ricondurre ad un’eccessiva vicinanza tra le piastrelle e alla conseguente assenza di fughe, alla mancanza dello spazio necessario per la dilatazione termica oppure ancora ad un’errata posa. Ognuno di questi motivi può andare a compromettere il perfetto stato del rivestimento e provocare l’anomalo sollevamento, o, nei casi più gravi, la rottura delle piastrelle.

→ E quando è il pavimento a sollevarsi? Leggi qui i nostri consigli!

Per risolvere il problema delle piastrelle da bagno che si staccano le soluzioni sono molteplici. Una possibilità è rappresentata dalla rimozione delle sole piastrelle sollevate che possono essere posate nuovamente con prodotti moderni e con tutta la cura necessaria. Una seconda opzione è costituita invece dall’apertura delle fughe ad intervalli regolari in modo da ridurre la pressione tra le piastrelle. Un’ultima soluzione, infine, la più dispendiosa anche in termini di tempo, è quella di rimuovere tutte le piastrelle per capire quale sia esattamente l’origine del problema e posare un nuovo rivestimento.

Per dire ufficialmente addio alle piastrelle del bagno gonfie può essere quindi posato un nuovo rivestimento utilizzando i moderni collanti e facendo molta attenzione a creare fughe delle giuste dimensioni e ad assicurare il necessario spazio per la dilatazione delle piastrelle.

→ Scopri anche come rivestire le piastrelle senza rimuovere quelle già presenti!

Le soluzioni offerte da Profilpas per rimediare in caso di piastrelle che si staccano

Nel caso di piastrelle che si staccano si può ricorrere all’utilizzo dei giunti di dilatazione Profilpas, studiati proprio per assecondare le dilatazioni e le contrazioni che i materiali subiscono in seguito al fenomeno dell’escursione termica.

La linea Cerfix Projoint prevede diversi modelli di giunti di dilatazione prodotti in differenti materiali (PVC coestruso, alluminio, ottone, acciaio) e disponibili in diversi colori e finiture nonché in differenti altezze. Tutti i giunti consentono di assorbire le sollecitazioni di dilatazione e compressione e sono in grado di sopportare anche un traffico pedonale elevato.

Cerfix Projoint NTI

Cerfix Projoint NTI

Cerfix Procover è invece una linea di coprigiunti strutturali disponibili anch’essi in diversi materiali (PVC, alluminio, acciaio, ottone) e differenti larghezze. Sono adatti a sopportare movimenti di trazione e compressione trasversali di edifici di grandi dimensioni (Procover GJF/40 e GJF/50) o di due strutture portanti (Procover GJA, GWA, GJP e GWP), o ancora sono adatti a creare continuità su strutture con campate continue (Procover G).

→ Clicca qui per saperne di più su tutti i tipi di giunti di dilatazione, giunti strutturali e coprigiunti!

Cerfix Procover GR 80 SF

Cerfix Procover GR 80 SF

Contattaci per ricevere ulteriori informazioni su tutte le tipologie di giunti e coprigiunti!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *