L’evoluzione dei battiscopa in alluminio: i battiscopa filo muro

2

L’evoluzione dell’estetica del battiscopa

Da molti anni il battiscopa viene utilizzato come elemento di finitura di importanza non solo tecnica ma anche estetica, per ambienti civili e terziari. L’importanza tecnica del battiscopa non riguarda solo la possibilità di coprire gli spazi di dilatazione perimetrale dei pavimenti, ma anche la possibilità di alloggiare cavi di servizio (cavi elettrici, lan, adsl ecc.) consentendone la protezione e l’occultamento. Mentre lo scopo tecnico resta sempre lo stesso, l’aspetto estetico ha invece subito un’evoluzione nel corso del tempo. La funzione decorativa dei battiscopa complementare alle finiture dei serramenti si è allineata al cambiamento di questi ultimi: chiaramente, i gusti estetici si sono trasformati e mentre un tempo si preferivano finiture di serramenti in ottone dorato o bronzo, oggi si predilige l’alluminio. Ecco che anche il battiscopa cambia e si passa così ad un altro materiale oggi di tendenza e design, caratterizzato da linee contemporanee minimaliste.

I battiscopa in alluminio Metal Line di Profilpas

Profilpas si è adattata anche a questo cambiamento creando la linea di battiscopa Metal Line che, oltre a garantire una perfetta protezione della parte bassa delle pareti, conferisce all’ambiente un tocco di design minimalista. La linea Metal Line si distingue per la sua versatilità e funzionalità, nonché per la sua ispirazione al design contemporaneo. Si tratta di una linea ricca di soluzioni che offre una grande varietà di abbinamenti e colori in grado di soddisfare ogni esigenza abitativa, dai piccoli spazi ai grandi luoghi di aggregazione.

Nella linea Metal Line potrete trovare sia linee squadrate che linee morbide, a seconda del vostro gusto estetico: Metal Line 95 in alluminio anodizzato, essenziale nella sua praticità lineare, e Metal Line 96, sempre in alluminio anodizzato, caratterizzato da linee ondeggianti per spezzare la rigidità dell’unione tra parete e pavimento.

Battiscopa Alluminio Filo Muro - Metal Line 95 e 96

Metal Line 95 e 96

Sono state effettuate diverse realizzazioni con la nostra linea Metal Line: ricordiamo ad esempio i Metal Line 90 e 98 impiegati per la realizzazione del Padiglione Brasile a Expo 2015, entrambi in alluminio anodizzato ma disponibili in diverse finiture e caratterizzati da linee chiare ed essenziali.

Battiscopa Alluminio Filo Muro - Metal Line 90 e 98

Metal Line 90 e 98

→ Scopri tutti gli altri battiscopa in alluminio qui!

I battiscopa in alluminio filo muro

Ora vogliamo soffermarci più dettagliatamente su una più recente evoluzione che è avvenuta nel mondo del design e dell’architettura: essendo il battiscopa un elemento di finitura dell’ambiente, oggi non si preferisce più solamente posarlo ma lo si vuole anche integrare al pavimento e al rivestimento, dando una sensazione di unicità e continuità tra di essi. Il battiscopa filo muro soddisfa esigenze estetiche, in quanto trasmette una sensazione di ampliamento dei confini della stanza, ma anche esigenze tecniche, poiché permette di evitare la presenza dello spessore dei precedenti battiscopa e, dunque, di allineare perfettamente i mobili alle pareti senza lasciare spazi.

Questi battiscopa non hanno solo la particolarità di essere filo muro, ma anche quella di essere componibili. Essi sono infatti composti da due elementi separati: una struttura base in alluminio naturale forata e un inserto decorativo diverso a seconda dei modelli.

Metal Line 87/6 è un battiscopa filo muro per intonaci, alto 60 mm e profondo 15 mm. Metal Line 88/6, invece, è un battiscopa filo muro per cartongesso, anch’esso alto 60 mm, profondo 15 mm e dotato di un’aletta di 25 mm. Gli inserti impiegati in questi battiscopa sono in legno massello (rovere in tre variazioni, noce, mogano, ciliegio, wengè, faggio naturale).

Battiscopa Alluminio Filo Muro - Metal Line 87_6

Metal Line 87/6

Battiscopa Alluminio Filo Muro - Metal Line 88_6

Metal Line 88/6

Essendo l’inserto impiegato in questo battiscopa legno a tutti gli effetti, si consiglia di evitare la diretta esposizione ai raggi solari. La pulizia può essere effettuata con normali detergenti per parquet.

→ Scopri qui tutti i modelli di battiscopa con inserti in legno!

Il Metal Line 99/C è un battiscopa a filo muro per intonaci e cartongessi, alto 60 mm e profondo 15 mm, dotato di un’aletta di altezza 20 mm. Anche questo battiscopa è componibile: è dotato di una base in alluminio naturale, ma in questo caso l’inserto può essere in alluminio anodizzato o in alluminio naturale rivestito. I rivestimenti sono vari: dalla vera pelle (grigia o nera) alla pellicola digitale Alcrom® Plus che può riprodurre svariati effetti legno.

Battiscopa Alluminio Filo Muro - Metal Line 99_C

Metal Line 99/C

Per quanto riguarda la pulizia della finitura superficiale è sconsigliato utilizzare prodotti come acido muriatico, ammoniaca, candeggina o varechina in quanto potrebbero danneggiarla.

Come posare i battiscopa filo muro?

Innanzitutto, i battiscopa filo muro vanno installati a rivestimento e pavimento grezzi, prima ancora di eseguire l’intonacatura e la posa del pavimento. Per prima cosa, bisogna definire la quota finita della soglia della stanza e, solo successivamente, posare la struttura di base in alluminio naturale alla stessa quota. Questa posa può essere eseguita mediante l’impiego di idonei collanti (tipo PP/86) o tramite viti e tasselli. Dopo aver installato la struttura di base, si può procedere con l’intonacatura o il posizionamento del cartongesso e con la posa del pavimento. Una volta applicato l’inserto superficiale, il pavimento andrà perimetralmente a “scomparire” al di sotto del profilo, permettendo di nasconderne lo spazio di dilatazione.

Contattaci per maggiori informazioni sui battiscopa in alluminio filo muro!

2 Risposte

  1. Piergiacomo Perna architetto

    Cerchiamo profili per “eliminare il battiscopa”, cioè realizzare nel modo più semplice lo scuretto di stacco tra pavimento e parete. Mies ci ha spiegato che la nostra civiltà esprime la sua essenza nel cogliere l’essenza, e quel nodo costruttivo deve superare la necessità del “rimedio” (il coprifilo), per esprimere semplicemente il suo essere “linea di tensione dell’incontro tra le matrici dello spazio”, la superficie orizzontale del pavimento e quella verticale della parete. Quella tensione riesce a vibrare soltanto se esse si accostano fin quasi a toccarsi, ma senza farlo. Grazie e buon lavoro.

    Rispondi
    • Profilpas

      Ciao Piergiacomo,

      ti ringraziamo per averci contattato!

      Allo scopo di poter fornire la migliore risposta alle tue esigenze, ti invitiamo a compilare il modulo contatti che troverai a questo indirizzo → http://bit.ly/Contattaci_Profilpas.
      Verrai ricontattato al più presto dal nostro staff.

      Grazie mille! 😀

      Rispondi

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *